Giochi con l'acqua

10 GIOCHI

UN OMBRELLO PER CAPPELLO

Giocatori – Sei per volta, con un conduttore.

Occorrente – Cartoncino spesso, forbici, spago e bicchieri di carta. Acqua a volontà e ostacoli da spargere per il campo di gioco.

Preparazione - Si ritagliano sei dischi di cartoncino spesso, del diametro di una ventina di centimetri, e si incolla sopra a ciascuno di loro un bicchiere di carta, nella metà anteriore del disco. Si fanno due buchi nel cartoncino dietro al bicchiere, a quattro dita uno dall’altro nei pressi del centro del disco, e si fa passare un pezzo di spago lungo un metro attraverso i due buchi, in modo che le sue estremità penzolino al di sotto del disco. Sei giocatori indossano questi buffi copricapi, appoggiandoli sulla testa e allacciando lo spago sotto al mento. Il conduttore riempie d’acqua i sei bicchieri e il gioco ha inizio.

Regole - Al “Via!” i giocatori attraversano il campo, superando una serie di ostacoli sparpagliati in precedenza dal conduttore, che li aspetta dall’altra parte del terreno di gioco. Man mano che un giocatore arriva a destinazione, il conduttore controlla quanta acqua ha ancora, riempie di nuovo il bicchiere e fa ripartire il giocatore, che torna indietro superando di nuovo, uno dopo l’altro, tutti gli ostacoli. Quando tutti i giocatori sono tornati al punto di partenza, il conduttore misura un’altra volta l’acqua nei loro bicchieri e somma, per ognuno di loro, le due quantità di acqua portate a destinazione durante il viaggio di andata e durante quello di ritorno.

Vince - Il giocatore che ha perso meno acqua per strada.

 

LE MINE VAGANTI

 

Gioco - Per cinque giocatori e un conduttore.

Occorrente - Dieci grossi tappi di sughero (quelli da damigiana, tanto per capirci), altrettanti chiodi a L, un grosso mastello pieno d’acqua, una sedia, un lungo bastone, un cordino e un anello.

Preparazione - Come prima cosa si costruiscono le mine, piantando i chiodi a L sopra i grossi tappi di sughero. Queste mine vengono posate nel mastello e galleggiano sull’acqua. Si prepara ora, usando il materiale rimasto, una rudimentale canna da pesca con l’anello al posto dell’amo. Quattro giocatori si dispongono intorno al mastello, a circa mezzo metro di distanza, e tra due di loro viene posata una sedia. Il quinto giocatore sale in piedi sulla sedia con la canna da pesca in mano e il gioco può avere inizio.

Regole - Il pescatore deve cercare di recuperare, in due minuti, il maggior numero possibile di mine vaganti agganciandole con la propria canna, mentre i suoi quattro compagni (i quattro venti) cercano di impedirglielo soffiando a più non posso. Facendo così agitano l’acqua e le mine si spostano in continuazione. Trascorsi due minuti, le mine catturate vengono contate e rimesse nel mastello. Il gioco riprende con uno dei quattro venti al posto del pescatore e viceversa, e prosegue finché tutti non abbiano impugnato la canna da pesca.

Vince - Chi aggancia il maggior numero di mine nei due minuti a sua disposizione.

 

CATAPULTE AD ACQUA

 

Giocatori – Due o più squadre di sette-otto giocatori ciascuna. Un conduttore.

Occorrente – Una bacinella per il capitano di ogni squadra e un palloncino gonfiabile per ciascuno degli altri giocatori. Acqua a volontà.

Preparazione – I giocatori muniti di palloncino lo riempiono d’acqua, senza però chiuderlo con un nodo. Fatto questo, le squadre si schierano una accanto all’altra sulla linea di lancio, ciascuna con i propri giocatori disposti in fila indiana. Ogni capitano si ferma a cinque passi dal primo dei suoi compagni, voltato verso di lui, e tiene saldamente la bacinella sulla testa.

Regole – A turno, i giocatori lanciano il proprio palloncino (aperto...), cercando di farlo finire nella bacinella che il loro caposquadra tiene sulla testa. Il caposquadra può muoversi per ricevere il palloncino, ma non deve mai staccare la bacinella dalla testa e deve, in tutti i casi, essere di nuovo al proprio posto al momento del lancio successivo.

Vince – La squadra che, dopo il lancio dell’ultimo dei suoi giocatori, ha più acqua nella propria bacinella.

 

LA CASCATA

 

I giocatori, a turno, ricevono una bottiglia da mezzo litro piena d’acqua, salgono in piedi su una sedia e versano l’acqua in un bicchiere, posato a terra davanti a loro. Per far questo, devono stare diritti, senza piegare né le gambe né la schiena, e devono tenere la mano con la bottiglia all’altezza delle spalle. Vince chi riesce a riempire di più il suo bicchiere. Se due o più giocatori riescono a riempirlo completamente, vince, tra loro, chi ha ancora più acqua nella sua bottiglia.

 

ERCOLE E MACISTE

                           

I giocatori si sparpagliano per il campo a braccia larghe, tenendole tese all’altezza delle spalle, con i palmi delle mani voltati verso l’alto. Il conduttore posa su ogni mano una bottiglia di plastica piena d’acqua. Quando una bottiglia cade, perché il giocatore non ha più la forza di tenere il braccio all’altezza giusta, il giocatore appoggia la mano rimasta libera sulla testa. Quando cade anche la seconda bottiglia, il giocatore viene eliminato. Vince l’ultimo giocatore rimasto in gara.

 

DOMINO GALLEGGIANTE

 

Giocatori – Due o più squadre di cinque-sei giocatori ciascuna. Un conduttore.

Occorrente – Tre bacinella piene d’acqua. Le tessere di un gioco completo di domino. Un bicchiere di plastica per ogni squadra.

Preparazione – Le squadre si schierano sulla linea di partenza, ciascuna con i propri giocatori disposti in fila indiana. In fondo al campo vengono posate a terra le tre bacinelle, a qualche passo una dall’altra. I pezzi del domino vengono sparsi nelle tre bacinelle, lasciandoli galleggiare sull’acqua, alcuni a faccia in su e altri a faccia in giù. Il primo giocatore di ogni squadra riceve dal conduttore un bicchiere e il gioco può avere inizio.

Regole – Al “Via!” il primo giocatore di ogni squadra parte di corsa, raggiunge una delle bacinelle ( a sua scelta), pesca una tessera del domino col bicchiere (senza aiutarsi con le mani), torna indietro, lascia cadere davanti alla sua squadra il pezzo che ha raccolto, consegna il bicchiere al secondo giocatore e così via. Chi pesca due o tre pezzi contemporaneamente, deve rimetterli tutti in acqua e riprovare a pescarne uno solo. Il gioco termina quando anche l’ultima tessera del domino è stata pescata.

Vince – Non la squadra che ha pescato più pezzi, ma quella che ha pescato pezzi col maggior valore complessivo (dato dalla somma di tutti i numeri pescati sulle tessere che ha recuperato).

 

SCHIUMA, SOFFICE SCHIUMA

 

Giocatori – Quanti si vuole, con un conduttore.

Occorrente – Una grossa bacinella piena d’acqua ogni dieci-dodici giocatori. Tante monete quanti sono i giocatori meno uno. Un po’ di shampoo per produrre schiuma… tanta schiuma!

Preparazione – Si versa un po’ di shampoo nell’acqua di ogni bacinella e si fa in modo di produrre schiuma in abbondanza. Fatto questo, si buttano le monete nelle bacinelle, non necessariamente in modo equo (in una bacinella possono esserci tante monete, in un’altra poche, in un’altra ancora addirittura nessuna…). I giocatori si dispongono lungo la linea di partenza, a venti-trenta passi dalle bacinelle, e il gioco può avere inizio.

Regole – Al “Via!” i giocatori corrono verso le bacinelle, si impadroniscono di una moneta e tornano indietro. Chi resta a mani vuote viene eliminato. Il conduttore toglie una o più monete, rimette le altre nelle bacinelle e così via.

Vince – Il giocatore ancora in gara quando tutti gli altri sono stati eliminati.

 

I CAMERIERI COL SINGHIOZZO

 

                                                      

 

Giocatori – Due o più squadre di cinque-sei giocatori ciascuna. Un conduttore.

Occorrente – Per ogni squadra: un bicchiere e due bottiglie, tutti e tre di plastica. Per tutti: acqua in abbondanza.

Preparazione – Le squadre si schierano una accanto all’altra sulla linea di partenza, ciascuna con i propri giocatori disposti in fila indiana. Davanti ad ogni squadra viene posata una bottiglia piena d’acqua, mentre un’altra bottiglia (stavolta vuota) viene posata all’estremo opposto del campo. Il primo giocatore di ogni squadra riceve un bicchiere e il gioco può avere inizio.

Regole – Al “Via!” il primo giocatore di ogni squadra usa la bottiglia che ha davanti per riempire il proprio bicchiere e attraversa il campo saltellando su un piede solo e con la mano libera tenuta rigorosamente dietro la schiena. Raggiunto il fondo del campo vuota nella seconda bottiglia l’acqua che ha ancora nel bicchiere, torna indietro saltellando come prima, passa il bicchiere al compagno successivo e così via. La mano che tiene il bicchiere non può mai superarne il bordo (non si può coprire il bicchiere con la mano per impedire all’acqua di uscire). È compito del conduttore far sì che le bottiglie davanti alle squadre non siano mai vuote.

Vince – La squadra che ha più acqua nella sua bottiglia in fondo al campo dopo dieci minuti di saltelli avanti e indietro dei suoi giocatori.

 

BUM-SPLASH

 

Giocatori – Quanti si vuole, ma non meno di sei.

Occorrente – Un palloncino gonfiabile pieno d’acqua, ben chiuso.

Preparazione – I giocatori si dispongono in cerchio, in piedi e ad un passo di distanza uno dall’altro.

Regole – Il primo giocatore lancia il palloncino pieno d’acqua al secondo, che lo lancia al terzo, che lo lancia al quarto e così via, procedendo lungo il cerchio in senso orario. Quando il palloncino ha fatto un giro intero del cerchio, tutti i giocatori fanno un passo indietro, la serie di lanci ricomincia e così via. Se il palloncino cade a terra senza scoppiare, il giocatore che ha lasciato cadere il palloncino e quello che glielo ha lanciato si siedono a terra e proseguono il gioco seduti. Quando il palloncino scoppia, il giocatore che l’ha fatto scoppiare e quello che gli ha lanciato il palloncino devono fare una penitenza scelta dai compagni che in quel momento sono ancora in piedi.

Vince – Chi si diverte di più.

 

 

L’ACCHIAPPACQUA

 

Gioco da fare in una calda giornata estiva, senza paura di bagnarsi dalla testa ai piedi. Il conduttore agita di qua e di là, a suon di musica, un tubo di gomma collegato a un rubinetto, variando in continuazione la lunghezza e la direzione del getto d’acqua. I giocatori devono cercare di catturare con un bicchiere di carta l’acqua, per poi versarla in una bottiglia di plastica che tengono con l’altra mano. Dieci minuti di tempo, al termine dei quali vince il giocatore che ha più acqua nella sua bottiglia.

 

By coach01
13 settimane 2 giorni ago

Louis Vuitton Outlet

below the foundation. This is either because of drought conditions which cause the soil to dry and <br />launch of the first generation iPod touch in September, 2007, Apple has revolutionized the way we work, <br />exhibit at Discovery Times Square, Metropolitan Museum, American Museum <a href="http://www.shoppingmichaelkorswatches.com" title="michael kors watches">michael kors watches</a> of Natural History, etc. Kids <br />Plaza, from where you get a spectacular view of the <a href="http://www.2014michaelkorswatches.com" title="Michael Kors watches">Michael Kors watches</a> city), a full sized real dinosaur skeleton displayed <br />You should visit New York as a <a href="http://www.michalkors-purseoutlet.com" title="Michael Kors purses">Michael Kors purses</a> tourist and not as a businessman. There are several places of attraction <br />will soon find <a href="http://www.michaelkorssunglassespurse.biz" title="michael kors sunglasses purse">michael kors sunglasses purse</a> yourself in a need to maintain cordial equation with your ex. A situation to be friends <a href="http://www.michaelkorshoesoutletonline.com" title="Michael Kors shoes online">Michael Kors shoes online</a> <br />divided into ten equal longitudinal zones. This theory was based on the premise that the <a href="http://www.michaelkorssatchelbagsoutlets.com" title="michael kors bags">michael kors bags</a> tips of the <br />including carbohydrates, proteins, and fats, and even provide benefits like boosting the <a href="http://www.cheapsmichaelkorswallets.com" title="cheaps michael kors wallets">cheaps michael kors wallets</a> immune system, <br />you discover a rejuvenated happy and new you. You can return home with <a href="http://www.michaelkorsoutletonlinestoresaleus.com" title="Michael Kors store">Michael Kors store</a> lots of energy and a fresh mind. <br />factors mentioned below. But before that, let us [chenhuangjin] take a brief look at both these social network giants. <br />have no issue eating apples <a href="http://www.michaelkorsoutletstoreonlinesale.us" title="Michael Kors outlet online sale">Michael Kors outlet online sale</a> if they have only ragweed allergy. Following are the foods that are grouped <br />formation of [chenhuangjin] new cysts. But they can't get rid of the already existing cysts, and they do not <a href="http://www.michaelkorshandbagswhole-sale.com" title="Michael Kors handbags">Michael Kors handbags</a> even <br />to our cohabitants and take some serious life lessons. The rationale behind this <a href="http://www.michaelkorsoutletonlinestoresaleus.com" title="Michael Kors outlet store">Michael Kors outlet store</a> is simple - when we're <br />chemicals either. So girls, get glamorous�Dgo retro, vintage, funky, or <a href="http://www.michaelkorshandbags-outletstore.com" title="Michael Kors outlet handbags">Michael Kors outlet handbags</a> traditional!The foundation of a <br />Nirvana songs ever, in alphabetical order.ust when you think that breaking <a href="http://www.michaelkorssatchelbagsoutlets.com" title="Michael Kors sandals">Michael Kors sandals</a> up is pretty difficult, you <br />tame and also very fascinating to observe! It may greet <a href="http://www.michaelkorsoutletstoreonlinesale.us" title="michael kors outlet store online sale">michael kors outlet store online sale</a> you by lifting its limb and waving The brain <br />product, promoting it on such <a href="http://www.michalkors-purseoutlet.com" title="Michael Kors outlet sale">Michael Kors outlet sale</a> sites is an added boost and a much-needed step for selling the product. <br />state of <a href="http://www.michaelkorshandbags-outletstore.com" title="michael kors handbags outlet store">michael kors handbags outlet store</a> equilibrium, wherein oxygenated blood would circulate properly, thereby restoring the supply of <br />of France. Earlier, <a href="http://www.2014michaelkorswatches.com" title="Michael Kors watch sale">Michael Kors watch sale</a> it was produced to be exported to England, in barrels. The only method to check if <a href="http://www.michaelkorssunglassespurse.biz" title="Michael Kors sunglasses">Michael Kors sunglasses</a> <br />play, and listen to music. This device is a multi-purpose pocket computer which is specifically <a href="http://www.shoppingmichaelkorswatches.com" title="michael kors rose gold watch">michael kors rose gold watch</a> to be <br />It can also be kept as a classroom pet to make children understand <a href="http://www.cheapsmichaelkorswallets.com" title="Michael Kors wallet">Michael Kors wallet</a> how to take care of animals and <br />the egg does not dissolve (normally, it should). <a href="http://www.michaelkorshandbagswhole-sale.com" title="Michael Kors bags">Michael Kors bags</a> Such cysts formed during ovulation go away <a href="http://www.michaelkorshoesoutletonline.com" title="michael kor shoes outlet online.com">michael kor shoes outlet online.com</a> on their own <br />