Giochi per l'Asilo nido

Altri giochi per i bimbi dell'Asilo nido puoi trovarli sul sito www.igiochidielio.it .

 

 

IL PRENDICOLORE

Si preparano con i bambini tanti piccoli oggetti di quattro colori differenti: azzurro, giallo, rosso e verde. Gli oggetti possono essere sagome di cartoncino di diverso spessore e di varie forme, pezzetti di filo di lana, animaletti di pasta di sale, palline di carta... l'unica cosa importante è che ogni piccolo oggetto sia di uno dei quattro colori e basta. Gli oggetti vengono sparsi per la stanza, ben mescolati tra di loro. Quattro bambini ricevono un oggetto ciascuno, di un colore diverso da quelli dei tre compagni. Ognuno dei quattro deve andare a cercare gli oggetti dello stesso colore del suo. Gli altri bambini possono aiutare i quattro compagni, portando loro gli oggetti del colore giusto. Chi porta un oggetto al compagno sbagliato non può raccogliere un altro oggetto, ma deve andare a cercare il compagno giusto a cui consegnare quello che ha in mano.
 

 

SABBIA, SEMI E SASSOLINI

Si mescolano in una scodella qualche pugno di sabbia, una manciata di semi di zucca e una decina di sassolini. Vicino alla scodella si posano tre contenitori diversi: un pentolino con sopra un setaccio, una scatola con una fessura sul coperchio (a mo' di salvadanaio) e un bicchiere di carta. I bimbi, a turno, devono dividere sabbia, semi e sassolini, mettendo la prima nel pentolino (facendola passare attraverso il setaccio), i secondi nella scatola (attraverso la fessura) e i terzi nel bicchiere. È interessante osservare le varie strategie che i bimbi adottano per ottenere il risultato voluto.
 

 

COLOR DADO TINTINNANTE

Si scelgono sei colori e li si usa per colorare tante magliette quanti sono i bambini. Ogni maglietta deve essere di un unico colore. Con gli stessi colori si colorano le sei facce di un grosso dado di cartoncino. Sulle sei facce di un altro dado si disegnano, invece, altrettanti semplici strumenti musicali, che vengono messi, sparpagliandoli in mezzo alla stanza, a disposizione dei bambini. Ogni bimbo indossa una maglietta e si siede a terra. L'educatrice lancia i due dadi di cartoncino. Chi ha la maglietta del colore indicato dal primo dado deve prendere lo strumento indicato dal secondo e suonarlo insieme a chi ha la maglietta dello stesso colore della sua. Dopo un po' gli strumenti vengono posati, i bambini che li hanno suonati tornano al loro posto, l'educatrice lancia di nuovo i dadi e così via.
 

 

LA SCATOLINA SALTELLANTE

Si prendono dieci scatole di diverse forme e dimensioni e le si colora esternamente in altrettanti colori. All'interno di ogni scatola si inserisce l'immagine di un animale (o di un oggetto o di un personaggio di una fiaba...) abbinabile con un determinato movimento: saltellare, correre, strisciare... Le scatole (chiuse in modo che non si veda cosa c'è dentro) vengono sparse qua e là per la stanza. L'educatrice inizia a raccontare una storia in cui delle scatole colorate anziché stare ferme si muovono ciascuna a modo suo. Man mano che una scatola, identificata per mezzo del suo colore, compare nella storia l'educatrice invita un bambino ad aprirla e a mostrare ai compagni cosa c'è dentro. Ecco comparire, a uno a uno, gli animali (o gli oggetti o i personaggi...) che provocano il movimento delle scatole colorate.
 

 

IL MARE SUL TAPPETO

Tre pesci, una conchiglia,
una stella con la figlia,
un granchietto proprio buffo:
ecco il mare, mi ci tuffo!
Su un tappeto (o un telo) azzurro o blu si spargono molte sagome di cartoncino spesso rappresentanti pesci, conchiglie, stelle marine, cavallucci marini, granchi... Le due facce di ogni sagoma devono essere colorate in due colori diversi. I bimbi si muovono sul tappeto come se fossero nel vasto mare, interagendo a loro piacere sia coi compagni, sia con le sagome sparse. Dopo un po' l'educatrice può intervenire, dando ai bimbi stimoli, idee e spunti («I pesci blu cercano amici del loro colore... i cavallucci marini si mettono in fila... le stelle marine scappano dai granchi...»)
 

 

IL PALLONCINO VERDE

Si preparano con i bambini tanti piccoli oggetti di quattro colori differenti: azzurro, giallo, rosso e verde. Gli oggetti possono essere sagome di cartoncino di diverso spessore e di varie forme, pezzetti di filo di lana, animaletti di pasta di sale, palline di carta... l'unica cosa importante è che ogni piccolo oggetto sia di uno dei quattro colori e basta. Gli oggetti vengono sparsi per la stanza, ben mescolati tra di loro. L'educatrice mostra ai bimbi un palloncino di uno dei quattro colori: chi, per primo, le porta tre oggetti dello stesso colore del palloncino, lo riceve in regalo. Un nuovo palloncino, di un altro colore, viene mostrato ai bambini, finisce nelle mani di uno di loro e così via, finché tutti i bimbi hanno il loro palloncino.
 

 

L'INFILACOLORE

Si preparano con i bambini tante palline di pasta di sale di quattro colori differenti: azzurro, giallo, rosso e verde. È bene colorare i quattro mucchietti di pasta di sale prima di preparare le palline, in modo che prendano un colore uniforme. Man mano che si prepara una pallina, la si buca con un ferro da calza grosso. Quando le palline sono asciutte, le si sparge per la stanza, ben mescolate tra di loro. L'educatrice lega alle quattro gambe di una sedia quattro fili di lana lunghi circa un metro, dei quattro colori usati per le palline. Fatto questo gira la sedia, in modo che una delle quattro gambe sia rivolta verso i giocatori. I bambini devono andare a raccogliere le palline dello stesso colore del filo di lana legato alla gamba voltata verso di loro. Man mano che ne raccolgono una, vanno a infilarla sul filo, facendola scorrere fino in fondo (o quasi...)
È bene che l'educatrice tenga il filo a valle dell'ultima pallina, in modo che non scappino tutte quelle già infilate. Chi raccoglie una pallina di un colore sbagliato, deve riportarla al suo posto e non può (ovviamente...) infilarla con le altre. Ripetendo il gioco con gli altri tre colori, bisogna spargere nuovamente per la stanza le palline infilate in precedenza.