Chi erano gli artisti di vetrate?

Dal 1200 al 1236 tantissimi operai e artigiani lavorano a Chartres senza fermarsi, realizzando qualcosa che si avvicina al miracolo: la creazione di vetrate per tutta la cattedrale. È un progetto grandioso: tutte le vetrate raccontano la storia della Bibbia. A Chartres, 42 vetrate furono donate dai commercianti della città: panettieri, carpentieri, tessitori, calzolai, maniscalchi, macellai, pescivendoli, armaioli, portatori d’acqua, vinai, cambiavalute, muratori. Parecchi architetti dirigevano i lavori. Capi-muratori, carpentieri, sarti di pietra, capi-vetrai e migliaia d’apprendisti e d’operai lavorarono sul cantiere della cattedrale. Le persone della città, i borghesi, erano diventate ricche ed avevano voluto che la loro città avesse la più bella cattedrale di tutta la regione, se non di tutta la Francia. Le vetrate sono creazioni che richiedono grande maestria tecnica; soltanto artisti e artigiani specializzati possono portare a termine con risultati soddisfacenti opere di questo tipo. L’arte della vetrata fu conosciuta soprattutto nel Medioevo, con la costruzione di cattedrali gotiche: la luce entrava nelle navate da grandi finestre dove i vetri colorati rappresentavano scene religiose.