Rosa va in campeggio

Una storia per rivivere le emozioni del campeggio, raccontata da Janna Carioli

 

Rosa sta partendo per il campeggio . 

  • Vedrai, sarà bellissimo! – Papà Eduardo, finendo di caricare i bagagli sull’automobile. - Dormiremo tutti assieme sotto una tenda.   
  • Ma come facciamo se non portiamo il letto? – chiede lei preoccupata.
  • Dormiremo su materassini di gomma, dentro un bel sacco a pelo – la rassicura mamma Elena.
  • Un sacco con i peli come quelli del gatto?
  • Ma no, -  ride la mamma. - Si chiama sacco a pelo ma è un piumino bello caldo. 

Finalmente arrivano in un grande prato verde. C’è il fiume che scorre, c’è un albero con una chioma larga che fa ombra.

  • Sì, questo è proprio il posto giusto.  

Papà, in pochi minuti, monta sull’erba una bella tenda azzurra con il tetto rotondo come un igloo, poi gonfia i materassini per la notte.  Rosa ride contenta. Sembra una casetta per le bambole.

Mamma Elena apre il tavolo con le seggioline per fare un picnic. I piatti per mangiare sono più piccoli di quelli che adoperano a casa e anche i bicchieri e anche le posate. È davvero come giocare alle bambole. L’acqua del fiume è fredda sui piedi. Col papà gioca a chi tira i sassi più lontano e con la mamma gioca a costruire cappelli di foglie. Ma Rosa non vede l’ora di andare a dormire dentro quella capannina azzurra.

Finalmente il sole tramonta e non appena viene scuro, si infila dentro il piumino-sacco-a-pelo, in mezzo alla mamma e al papà. Ma è troppo eccitata per riuscire ad addormentarsi.

Si sente un rumore fuori dalla tenda.

Frrrrrrrrrr…. Frrrrrrrrrr….

- Cos’è? – chiede. - È il vento che culla le foglie dell’albero -  dice la mamma.

La notte arriva e si sente un altro rumore  

Cra Cra! Cra Cra!

- E questo cos’è? -- È mamma rana che racconta una storia alle sue ranocchiette, – risponde papà.  

E un altro rumore.

Cri cri! Cri cri!

- E questo cos’è? - Sono i grilli che fanno un concerto.   

E un altro rumore

     Uh uh! Uh uh!

- E questo cos’è? - È il gufo che conta le stelle. - Quante sono le stelle? - Miliardi di miliardi di miliardi di miliardi, – dice papà mentre apre il telo della tenda per poterle guardare tutti tre assieme.

-  Io so contare solo fino a dieci, -  sospira Rosa. – Non riesco a contarle tutte. - Non ti preoccupare. Ci penserà il gufo. Tu saluta la luna e dille che faccia una bella passeggiata nel cielo.  

Lei fa ciao alla luna che le sorride luminosa. - Ciao luna. Buonanotte.

E Rosa si mette a dormire dentro il sacco-a-pelo-piumino, dentro la tenda, dentro la notte, dentro l’universo pieno di stelle, mentre il gufo continua a contare.

Uh uh! Uh uh! Uh Uh!

Disegni da colorare: 
Rosa va in campeggio
Rosa va in campeggio
Rosa va in campeggio