Tanti giochi per Natale!

Tante proposte davvero semplici da realizzare, per far divertire e intrattenere i bambini stimolandoli a collaborare tra loro, in una sana competizione tra squadre. Ogni educatore o insegnante può, a partire da questi suggerimenti, elaborare una propria edizione di ogni gioco, adattandolo alle specifiche esigenze. Buon divertimento a tutti!

 

UN FIOCCO DOPO L’ALTRO

2 o più squadre di 5-10 giocatori ciascuna. I giocatori di ogni squadra si siedono a terra uno accanto all’altro, a gambe incrociate. Ciascuno di loro prende per mano i suoi vicini, intrecciando le dita con quelle dei compagni. Il conduttore posa a un’estremità di ogni fila una dozzina di fiocchi colorati e all’altra estremità una scatola in grado di contenerli tutti. Al via i giocatori di ogni squadra devono passarsi a 1 a 1 i fiocchi colorati fino a farli arrivare nella scatola. Nel fare questo non devono mai staccare le mani da quelle dei compagni, per nessun motivo. Se 2 mani si staccano una dall’altra, il conduttore prende un fiocco dalla scatola di quella squadra e lo rimette nel corrispondente mucchio di partenza. Non si può prendere un fiocco dal mucchio finché quello precedente non è arrivato nella scatola. Vince la squadra che riesce a posare per prima i suoi 12 fiocchi nella scatola.

RUDOLPH

Si disegnano, su 9 cartoncini delle dimensioni di una carta da gioco, altrettante renne, di cui una (Rudolph) col naso rosso. Si nascondono i cartoncini qua e là, facendo in modo che resti visibile un pezzetto di ogni renna (per Rudolph il muso con il naso rosso). Ogni giocatore riceve un foglio di carta diviso in 9 parti con 2 righe orizzontali e 2 verticali e una matita e parte alla ricerca delle renne. Quando ne trova una non la tocca, ma disegna sul proprio foglio il nascondiglio. Quando un giocatore ha trovato tutte e 9 le renne, porta il foglio al conduttore, indicandogli quale dei 9 nascondigli è quello di Rudolph. Se non ha commesso errori, può scegliere un pacco nel mucchio dei regali, ma deve aspettare ad aprirlo che anche i compagni, trovate le renne, abbiano scelto il loro. Il gioco termina con l’apertura dei pacchi quando tutti i giocatori hanno ricevuto il loro regalo.

NASCONDIGLI A PEZZI

Si nascondono tanti piccoli regali quanti sono i giocatori. Si fotografano i nascondigli e si stampano le fotografie fatte. Si ritaglia ogni fotografia in 10-15 pezzi, li si mescola e li si infila in una busta. Ogni giocatore riceve una busta, a caso, ricompone la fotografia che c’è dentro e cerca di capire dov’è nascosto il regalo che la sorte gli ha assegnato. È possibile calibrare la difficoltà del gioco fotografando l’intero nascondiglio (per i più piccoli) o solo un suo particolare (per i più grandi) e dividendo la fotografia in più (per i più grandi) o meno (per i più piccoli) pezzi.

LA CALZA NATALIZIA

Dentro un'enorme calza natalizia vengono infilati 20 oggetti di diverse forme e dimensioni. La calza viene chiusa per bene. I giocatori si siedono in cerchio. Ciascuno di loro riceve un foglio e una matita. La calza passa di mano in mano in giro per il cerchio. Ogni giocatore può tenerla in mano per 10 secondi, poi deve passarla al compagno alla sua sinistra. Quando si ha la calza in mano si deve cercare di capire cosa c'è dentro, toccandola in lungo e in largo. Una volta consegnata la calza al proprio vicino, bisogna scrivere sul proprio foglio gli oggetti che si è riusciti a individuare. Il gioco termina quando la calza è passata per 3 volte nelle mani di tutti i giocatori.  Vince chi è riuscito a individuare il maggior numero di oggetti.

UN MUCCHIO DI REGALI

2 giocatori si siedono a terra, schiena contro schiena. Il conduttore posa davanti a ciascuno di loro 5 pacchi regalo, di diversi colori e dimensioni. I 5 pacchi davanti al primo giocatore devono essere uguali ai 5 davanti al secondo. Il conduttore dispone a suo piacere i pacchi davanti al primo giocatore, formando un mucchio disordinato. Il giocatore deve spiegare al compagno, che non può assolutamente voltarsi, come sono disposti i pacchi, in modo che lui possa sistemare i suoi nello stesso modo. Il secondo giocatore può fare delle domande al compagno, ma non deve guardare dietro di sé. Dopo 3 minuti il conduttore controlla la riuscita o meno dell'impresa, chiama altri 2 giocatori e così via. Vince la coppia di giocatori che riesce a dar vita a un mucchio di pacchi più simile a quello preparato dal conduttore.

I VESTITI DI BABBO NATALE

I giocatori vengono divisi in squadre contrassegnate da colori diversi. Un giocatore per squadra (un aspirante Babbo Natale) indossa un maglione enorme e un paio di pantaloni altrettanto grandi. Ogni squadra riceve 20 palloncini gonfiati. Maglione, pantaloni e palloncini devono essere, possibilmente, del colore della squadra. Al via ogni squadra ha 3 minuti di tempo per infilare il maggior numero possibile di palloncini, senza farli scoppiare, nel maglione e nei pantaloni del proprio aspirante Babbo Natale. Al termine dei 3 minuti, gli aspiranti Babbo Natale devono attraversare la stanza e raggiungere il conduttore, ostacolati dai palloncini e dagli indumenti esageratamente larghi. Per evitare che i palloncini cadano possono tenere con le mani gli indumenti, ma solo se così facendo non toccano i palloncini. Vince la squadra che riesce, in questo modo, a portare al conduttore il maggior numero di palloncini.

AUGURI ROTOLANTI

I giocatori si siedono in cerchio. Uno di loro fa rotolare un pallone verso un compagno, facendogli gli auguri e aggiungendo una breve frase di commento sul Natale o sull'inverno («Buon Natale Christian! La neve copre i prati.») Il giocatore che ha ricevuto il pallone lo fa rotolare verso un altro compagno e così via. Non bisogna fare gli auguri a un compagno che li ha già ricevuti né ripetere una frase già detta, pena una piccola, buffa penitenza.

NATALE STA ARRIVANDO

I giocatori seguono le indicazioni del conduttore, abbinando alle sue parole le relative azioni.

Renne – Galoppano di qua e di là tenendosi per mano a 2 a 2.

Pupazzi di neve – Rotolano a destra e a sinistra sulla pancia, gridando: «Oh, oh, oh…» (come un pupazzo di neve caduto a terra, che non riesce a rialzarsi…)

Alberi di Natale – Stanno in piedi, con le braccia il più possibile alzate e le mani unite.

Palline dell’albero – Rotolano a terra, chiusi a uovo.

Trenini – Camminano in fila, ognuno con le mani sulle spalle del compagno che lo precede, borbottando: «Chuf, chuf, chuf…»

Trottole – Girano come delle trottole.

Angeli – Volano di qua e di là, agitando lentamente le braccia, come ali potenti e maestose.

A queste parole e a questi gesti è possibile aggiungerne altri, a piacere.

HA DETTO SÌ, HA DETTO NO

I giocatori si dispongono in cerchio intorno al conduttore, vestito da Babbo Natale. Il conduttore punta il dito verso un giocatore ed esclama: «Babbo Natale ha detto sì!» oppure «Babbo Natale ha detto no!» Nel primo caso, il giocatore deve annuire con la testa, dicendo: «Sì, sì, sì!» nel secondo caso, deve scuotere la testa dicendo: «No, no, no!» Ogni tanto Babbo Natale può puntare il dito verso un giocatore dicendo solamente sì o no. In questo caso il giocatore deve restare immobile. Chi sbaglia, viene eliminato ed esce dal cerchio. Vince il giocatore che resta in gara più a lungo.

REGALI PER TUTTI

2 o più squadre di 7-8 giocatori si schierano una accanto all’altra sulla linea di partenza, ciascuna con i propri giocatori disposti in fila indiana. Di fronte a ogni squadra, all’estremo opposto del campo, vengono posati tanti oggetti-regalo quanti sono i giocatori della squadra meno 1. Al via il primo giocatore di ogni squadra attraversa il campo di corsa, raccoglie tutti i regali della sua squadra, torna indietro e consegna, a 1 a 1, i regali ai compagni, partendo dal giocatore che è in testa alla fila e andando ordinatamente verso il fondo, senza saltare nessuno. Quando ha consegnato tutti i regali, li riprende a uno a uno (sempre spostandosi come prima, dalla testa al fondo della fila) e li riporta tutti insieme in fondo al campo. Fatto questo, torna indietro, fa partire il secondo giocatore e così via. Vince la squadra il cui ultimo giocatore torna per primo tra i compagni dopo aver riportato al loro posto i regali che aveva precedentemente distribuito.