Albert e Albero

Dopo il lungo inverno torna la primavera, ma non è tutto come prima...

Jenni Desmond, ALBERT E ALBERO, Edizioni Lapis, 2016

L'orsetto Albert esce dalla sua tana dopo il lungo e freddo inverno. Ha voglia di rivedere i suoi amici, soprattutto Albero. Albert adora il suo Albero, così comodo: né troppo liscio né troppo ruvido. Perfetto. Albert si arrampica per fare un pisolino proprio sul suo ramo prediletto, ma ecco che improvvisamente Albero si lamenta a gran voce. Albert si chiede se quello sia davvero il suo albero. Lo annusa, lo scuote leggermente, ma Albero continua a piangere facendo accorrere anche altri abitanti del bosco. Ognuno suggerisce un modo per consolarlo, ma senza risultati. Albert infine decide di abbracciarlo, ed ecco che Albero si rasserena e racconta il perchè della sua angoscia: c'è un mostro peloso nelle vicinanze. Sarà davvero così?

CHIAVE di LETTURA

Ciò che è nuovo e sconosciuto può impaurire. Ci vuole un atto di fiducia e di coraggio per guardare oltre le proprie paure; è necessario correre qualche rischio se si vuole conoscere al di là delle apparenze, che limitano gli orizzonti e le possibilità.