Un grande aiuto

Tasso è triste perché ha perso il suo orsacchiotto. Riuscirà Orso ad aiutarlo nella ricerca?

Daniel Fehr, UN GRANDE AIUTO, illustrazioni di Benjamin Leroy, Edizioni NubeOcho, 2018

Tasso siede su una pietra e piangesconsolato. Orso si avvicina e gli chiede che succede, ma Tsso è così disperato che ci mette un po' a racocntare a Orso di aver persoil suo orsacchiotto di peluche.

Orso rilìflette a lungo, poi si offre di aiutare Tasso. Inizia così una lunga perlustrazionìe di tutti i posti dove Tasso è stato quel giorno, ma senza risultato. Orso chiede a destra e a manca, qui e lì, mentre Tasso lo segue e pian piano la su atristessa lascia il posto al divertimento delal ricerca fatta in compagnia. I due, senza bottino, tornano la punto di partenza e stavolta è Orso ad essere triste per non essere riuìscito ad aiutare Tasso.

Ma Tasso invece è contento per ché ha otrvato un nuovo amico, in carne e ossa.

CHIAVE DI LETTURA

Condividere i momenti di difficoltà è uan prerogativa degli amici. Anche se talvolta i problemi non si possono risolvere, resta la certezza di poter contare su chi ci vuole bene e si prende cura di noi.

Maria Lunelli, bibliotecaria e membro di redazione di Nati per leggere